Skip to main content

Atalanta, positivo al doping Palomino: rischia almeno 9 mesi di stop

Il difensore positivo al Clostebol Metabolita: è stato sospeso da ogni attività della squadra. La pena massima prevede 4 anni.

Attraverso un comunicato ufficiale la NADO Italia – l’Organizzazione nazionale antidoping – ha confermato la positività del difensore dell’Atalanta José Luis Palomino alla sostanza Clostebol Metabolita, uno steroide anabolizzante. Il 32enne è stato quindi sospeso in via cautelare: «Il Tribunale Nazionale Antidoping, in accoglimento dell’istanza proposta dalla Procura Nazionale Antidoping, ha provveduto a sospendere in via cautelare l’atleta Josè Luis Palomino (FIGC) per violazione degli artt. 2.1 e 2.2. L’atleta è risultato positivo alla sostanza Clostebol Metabolita». Il controllo è avvenuto agli inizi di luglio, quando i giocatori si erano radunati a Zingonia prima del ritiro di Clusone. La NADO ha eseguito un esame “out of competition”, ovvero al di fuori di una competizione agonistica: Palomino è risultato positivo violando di conseguenza due articoli del Codice Sportivo Antidoping, ovvero il 2.1 (presenza di una sostanza proibita o dei suoi metaboliti o markers nel campione biologico di un atleta) e il 2.2 (uso o tentato uso da parte di un atleta di una sostanza o di un metodo proibiti). Nel caso in cui «Nado Italia sia in grado di dimostrare che la violazione è intenzionale» la pena massima prevista è di quattro anni, anche se bisognerà considerare diversi parametri. Nella situazione specifica del difensore il Clostebol può essere utilizzato all’interno di creme per uso topico, in particolare per la rigenerazione del tessuto cutaneo: è da capire se la sostanza è stata assunta per scopo terapeutico, visto che per i calciatori stranieri la NADO deve confrontarsi direttamente con la FIFA su eventuali prescrizioni. L’intenzionalità o meno sarà comunque determinante, ma considerando i precedenti e le eventuali richieste della Procura Antidoping l’argentino rischia almeno 9 mesi di stop. Nel frattempo la squadra bergamasca ha diramato una nota: «Atalanta BC comunica che in data odierna è stata notificata, da parte del Tribunale Nazionale Antidoping, la sospensione cautelare dell’atleta Josè Luis Palomino». Ora si attende la data della sentenza, momento in cui il calciatore avrà la possibilità di dimostrare la propria innocenza: nel frattempo non potrà partecipare a nessuna attività previste dalla squadra.