Skip to main content

“Abbracci Azzurri” del 18 ottobre 2022

Rubrica a cura di Jose Mantineo – Responsabile Comunicazione ASD Siracusa Calcio 1924

Carattere, determinazione e gol buoni come il pane, gioco e coralità accettabile companatico. Questa, in estrema sintesi, Siracusa-Taormina, big-match della sesta d’andata e, ci auguriamo, partita chiave per svoltare in pieno sole – occhio alle abbacinate, però – lasciando che nelle ombre tranellose del campionato ci restino gli altri. Lo spettacolo comunque c’è stato, e anche un cincinin di pubblico in più, Curva Anna in testa.

Mia impressione: il Taormina allenato da Marco Coppa mi convince più del Modica di Giancarlo Betta, e come singoli e per come interpreta il torneo – che si sta rivelando d’inaspettato equilibrio, con le ultime che riescono a far legna, quandanche rametti. Ed è proprio la forza dei messinesi, affrontati a cuore e gambe spianati, che autorizza a credere nelle possibilità degli azzurri, privi domenica della ‘Grande Berta’, quel Ficarrotta che se ben centrato è devastante quanto quel micidiale cannone. Mascara ha fatto la mossa più logica, inserendo al suo posto Belluso, che l’ha ripagato con una superba prestazione impreziosita dal gol che schiude la gara, un guizzo rapinoso alla Paolo Rossi mundial. Altrettanto magnifico Marco Montagno, che a qualcuno nell’azione del triplo dribbling ha ricordato Telesio (81/82), che fece una cosa simile con il Savoia, segnando tre reti e perciò ribattezzato pubblicamente dal sottoscritto ‘TelesiOne’.

Una buona modulazione d’insieme, a cui ha contribuito il copresidente Ricci, che s’è letteralmente ‘carriato’ tutta la famiglia, moglie, figli, persino genitori al De Simone: una prova di grande affetto per Siracusa e per l’azzurro. Se non è azzurramento questo!? Con Montagno fanno formidabile accoppiata, con idee e progetti che non è il caso di anticipare. Intanto si cerchi di affrontare ogni turno come una finale. Domenica si gioca con lo Jonica, che ieri l’altro le ha prese in casa dal Modica per via di due rigori. A Santa Teresa di Riva sprizzeranno fiele da tutti gli artigli, ergo sarà fondamentale esibire muscoli e nervi distesi. Abbracci Azzurri.

FIRMA AUTORE

Jose Mantineo – Responsabile Comunicazione ASD Siracusa Calcio 1924

Foto di: Simona Amato © Official Photographer (Stagione 2022-2023)